umu.sePublications
Change search
CiteExportLink to record
Permanent link

Direct link
Cite
Citation style
  • apa
  • ieee
  • modern-language-association-8th-edition
  • vancouver
  • Other style
More styles
Language
  • de-DE
  • en-GB
  • en-US
  • fi-FI
  • nn-NO
  • nn-NB
  • sv-SE
  • Other locale
More languages
Output format
  • html
  • text
  • asciidoc
  • rtf
Jakob Gråberg di Hemsö: un ponte culturale tra la penisola scandinava e quella italica.
Umeå University, Faculty of Arts, Department of language studies.
2019 (Italian)In: L'italiano e la ricerca: Temi linguistici e letterari nel terzo millennio. Atti del convegno internazionale Università di Göteborg, 15-16 Giugno 2017 / [ed] Ulla Åkerström, Canterrano, Roma: Aracne editrice , 2019, p. 21-36Chapter in book (Refereed)
Abstract [it]

Nato sull’isola di Gotland nel 1776 e morto a Firenze nel 1847, il diplomatico svedese Jakob Gråberg di Hemsö fu poliedrica figura culturale del suo tempo. Poliglotta e prolifico studioso negli ambiti più disparati, la sua vasta produzione spazia dalla geografia alla statistica, dall’arabistica alla filologia, dalla linguistica alla storia della letteratura. Larghissima parte dei suoi scritti fu redatta in lingua italiana. Alla vita scientifica e culturale della penisola partecipò attivamente, anche in veste di bibliotecario della Palatina di Firenze e membro dell’Accademia della Crusca, per la quale curò una serie di etimologie per l’edizione del 1843 del “Vocabolario”. Fu ponte tra la cultura Italiana e la propria: in Italia diffuse la prima trattazione sistematica della poesia scandinava antica ed un trattato storico-filologico sui popoli che invasero Roma nella tarda antichità; specularmente, in Svezia, a lui si deve nel 1843 la pubblicazione di Italiensk språklära för svenskar, lavoro con il quale Gråberg volle supplire alla mancanza di una grammatica introduttiva alla lingua italiana mirata specificamente al discente svedese.  Utile può rivelarsi una analisi della figura del Gråberg e della sua produzione in ambito linguistico e letterario: nel contesto della diffusione della lingua e della cultura italiana in Scandinavia, oltre che per la partecipazione alla vita culturale in Italia, e per tutta una serie di caratteristiche che rendono interessante il suo Italiensk språklära för svenskar non solo in prospettiva storica, ma anche nell’ambito di una riflessione sul potenziale recupero di una glottodidattica legata alla “Bildung” da proiettare nel terzo millennio.

Place, publisher, year, edition, pages
Canterrano, Roma: Aracne editrice , 2019. p. 21-36
National Category
Languages and Literature
Identifiers
URN: urn:nbn:se:umu:diva-162962ISBN: 978-88-255-1974-7 (print)OAI: oai:DiVA.org:umu-162962DiVA, id: diva2:1348237
Available from: 2019-09-03 Created: 2019-09-03 Last updated: 2019-09-03

Open Access in DiVA

No full text in DiVA

Authority records BETA

Fort, Giovanni

Search in DiVA

By author/editor
Fort, Giovanni
By organisation
Department of language studies
Languages and Literature

Search outside of DiVA

GoogleGoogle Scholar

isbn
urn-nbn

Altmetric score

isbn
urn-nbn
Total: 19 hits
CiteExportLink to record
Permanent link

Direct link
Cite
Citation style
  • apa
  • ieee
  • modern-language-association-8th-edition
  • vancouver
  • Other style
More styles
Language
  • de-DE
  • en-GB
  • en-US
  • fi-FI
  • nn-NO
  • nn-NB
  • sv-SE
  • Other locale
More languages
Output format
  • html
  • text
  • asciidoc
  • rtf